le Grandes Jorasses e le Grandi Sorelle...

Sono un po' fuori allenamento, da blog, intendo. Tra il post scivolato via e oggi corrono 8 giorni, parte dei quali trascorsi alle falde del Monte Bianco, precisamente a Planpincieux, sotto le Grandes Jorasses. E quando dico sotto intendo proprio sotto:






Una vacanza già provata e rimandata. C'è da dire che il primo tentativo ci è stato utile per ritrovare buone soste sulla strada, all'andata a Bard, guardati a vista dal forte, al ritorno presso il parco della canoa a Ivrea. Bello fermarsi in luoghi già visti, fa tanto "casa = mondo".

Per tre giorni il nostro mondo è stato il campeggio Grandes Jorasses. Poca fantasia nella scelta del nome, inversamente proporzionale alla bellezza mista a cordialità dei gestori e degli ospiti: dalle 8 di sera volavano solo mosche, per il resto silenzio assoluto tipico da montagna. Complice anche il freddo, più che piacevole sulla nostra pelle, visto che dal caldo e dalla maccaia siamo fuggiti.

Tornati oggi, già. in pieno ferragosto, autostrada deserta verso sud, e verso nord all'andata. Un altro piacere.

E le bimbe? Oh, sì, c'erano, eccome. Ginevra mi sembra cresciuta di sei mesi di colpo: fa gli scivoli "alti" da sola, si scatena sul tappeto elastico, fa le capriole, ci imita ridendo nel farlo, riconosce volti, posti, cose, si incazza (letteralmente) se non le diamo retta o non capiamo cosa vuole. Però ci ascolta quando le spieghiamo qualcosa. Che sia il perchè dei nostri "no" o la geografia dell'arco alpino (vedi, quello è il Monte Bianco. Questo qui è un ghiacciaio. Quelle che senti fischiare sono marmotte. No, non è la Dada, sono marmotte). Tra i tanti "episodi di crescita", imperdibile la prima capriola...

video


La Dada, ovvero Adelaide, sì, c'era anche lei. Attenta a tutto, dalle cinghie del passeggino ai movimenti di genitori, sorella e altri bipedi - nonni e zia compresi, che ci hanno allietato la giornata di ieri salendo in Val Ferret. E' nella fase "mordo tutto" e "prima o poi riuscirò a gattonare in avanti". Sta dritta in piedi se la teniamo, beve dal bicchiere e si è fatta la sua prima altalena.


 Anche lei, devo dirlo, mi sembra cresciuta di botto. Un tema ricorrente nella mia testa e sul blog. Le figlie crescono: ogni giorno hanno un giorno in più.

E sì, anche se tutto ha più fascino dentro la cornice del Bianco e dei suoi fratelli...



...ma le due Sorelle in quanto a fascino non scherzano, anche se ci togli il contesto... anche se le cogli in un momento qualunque, mentre Ginevra mangia e Adelaide "sbircia" nel suo bicchiere...


Commenti

Posta un commento

Post più popolari